User Tools

Site Tools


pub:arduino:discussioni

Discussioni su aspetti del progetto "zaino"

FIXME ho installato il plugin http://www.dokuwiki.org/plugin:discussion cosi' da poter trasferire le discussioni sulle pagine relative ai topic

Problema: quando spedire l'sms al cellulare interessato?

SteA:Proposta: utilizzo sensore luminosità. Quando lo zaino viene chiuso e la luminosità è nulla ⇒ invia l'sms. Ma allora quando lo zaino è chiuso e magari è vuoto Arduino manderà sms a raffica? Io stavo pensando di programmare un orario per la segnalazione: dal programma che svilupperemo per cellulare potremmo settare uno specifico orario nel quale arduino andrà a controllare nella sua memoria gli oggetti inseriti nello zaino (libri o altre cose) e in base al risultato manderà un sms.

APISO: L'idea mi piace, ma la vedo poco funzionale, in quanto nessuno è al 100% abitudinario e niente va mai come previsto: se io dal momento in cui mi faccio la borsa al momento in cui esco ci metto 10 minuti, e questi 10 minuti possono essere a partire dalle 8 fino alle 8.40 a seconda di quanto sono veloce nelle varie res mattutine, l'arduino non saprà mai se sto uscendo, se sono già uscito o se sono sotto la doccia. In questo modo mi arriverebbero messaggi inutili e mancherei quelli giusti. In più se decido il giorno stesso di uscire e non ho pre-programmato tutto lui non lo sa e quando esco non suona. Io vedo bene la funzione On-Demand del bottone. Non ci deve essere per forza solo il bottone fisico, possiamo creare ad esempio un' applicazione per android o per qualsiasi cellulare con la funzione “ho dimenticato qualcosa?” Lui si interfaccia con l'arduino se lo trova nelle vicinanze (BlueTooth?) e ti risponde, in questo modo puoi ovviare a ogni imprevisto.

SteA: Si mi sembra un'ottima idea in effetti. Quell'alternativa mi è venuta in mente pensando al soggetto “ragazzino delle medie totalmente menefreghista e svogliato”, e che quindi non ha alcuna voglia di premere il bottoncino (virtuale o meno). Quindi il compito di settare l'orario etc andrebbe al genitore. Forse ho sbagliato l'approccio, l'ho pensata come ad un dispositivo “children-oriented” :D

Antonio Lombardo Secondo me ci stiamo spingendo un pò troppo avanti, voglio dire prima di pensare al lato tecnico bisognerebbe buttare giù delle bozze delle funzioni da implementare e poi fare questi discorsi.

APISO: bè le idee delle funzionalità di base già ci sono, non dobbiamo rimanere troppo nell'astratto, se ci viene in mente qualcosa in itinere si fa sempre in tempo ad aggiungerla, ma direi che la priorità è concentrarsi su quello che è strettamente necessario per tirare fuori un prototipo basico semi-funzionante

SteA: se non sappiamo cosa fare concettualmente come facciamo a implementare le funzioni fisicamente? :)

APISO Semplicemente perchè le funzionalità di base sono chiare: riconoscere i tag RFID, confrontarle con un “calendario” e dare una comunicazione all'esterno tramite cellulare o schermo LCD. Questa è l'ossatura, una volta che capiamo come fare la spina dorsale possiamo metterci tutte le cosine fighe che ci vengono in mente, ma non dobbiamo aspettare a lavorare sugli aspetti fondamentali per mettere giù i dettagli.

Niko se l'arduino e in grado di gestire un calendario, si potrebbe tranquillamente settare gli oggetti da portare nei determinati giorni e magari settare l'ora qundo uscirei da casa, quindi funzionerebbe come una sveglia-agenda. per impostare il calendario si potrebbe usare un shield sd dove si trova il file del calendario da modificare o via “pc” - non molto accettata dal prof :), cellulare o direttamente dal “display” - un casino i tasti credo.

giusto qualche idea che mi e passata per la mente

APISO Quella del calendario sarebbe una figata. Se proprio non volessimo attaccare l'arduino al PC per la sincronizzazione si potrebbe pensare ad un metodo per fare scaricare le stringhe del calendario da rete…non dico addirittura sincronizzazndosi con google calendar o simili…però… ;)

Niko sarebbe bello pero se usiamo i calendari elettronici gia in rete (free) dovremmo vedere che tipi di file-save ci danno a disposizione e come farlo interpretare all'arduino, magari ne programmeremo uno noi, pero qui entra dinuovo in gioco il pc per poterlo poi inviare senza o con fili all'arduino :/

SteA Non potremmo farci un nostro calendario creando delle strutture dati? Anche semplicemente array magari.. Non dovrebbero esserci grossi problemi poi a farli interpretare da Arduino! (PS: stamattina sono andato a comprarlo finalmente :D)

Nota...

atrent considerazione a latere… guardate che io non ho piu' autorita' di voi sul progetto, semmai il mio ruolo e' quello di farvi le pulci e segnalarvi eventuali lacune, ma nulla piu' ;)

Esortazione

atrent comunque la cosa piu' importante e' STILARE UN MINIMO DI SPECIFICA ;)

SteA Sarebbe meglio farla face2face questa cosa :)

atrent anche! specie se con birra :)

SteA ci sono! Anche se non mi piace la birra (non cacciatemi vi prego! XD)

Target

Eno Credo che la cosa migliore sarebbe di lavorare sul rendere l'applicazione e l'hardware indipendenti da chi andrà ad utilizzarlo. Il sistema riconosce qualsiasi oggetto con tag RFID, quindi perché concentrarci sugli studenti? Senza parlare di cifre, l'utilizzo di borse, zaini, valigie, cartelle, ventiquattrore, ect., è molto diffuso. Le persone hanno bisogno di muoversi velocemente e pensare velocemente. Con tutte le fonti di informazione che abbiamo al giorno d'oggi, avere un “assistente 2.0” renderebbe la vita più semplice ad ogni uno di noi.

atrent claro, ho scritto un paio di casi legati alla scuola, ma e' chiaro che il contesto e' piu' ampio, i casi servono solo come guida nel progettare, ben venga la generalizzazione, scrivete scrivete… :)

Schemi HW/SW

Eno Cosa aggiungere, modificare, eliminare?

pub/arduino/discussioni.txt · Last modified: 2011/04/18 17:53 by atrent